Ciclo di Sterilizzazione.

Nella pratica del body piercing gli aghi e tutti i taglienti sono rigorosamente monouso, invece gli strumenti quali forcipi, tubi riceventi, inseritori, pinze apri-chiudi anelli, e pinze svita palline devono passare attraverso il ciclo completo di sterilizzazione prima di essere riutilizzati, come in qualsiasi ambito medico o chirurgico.
Per sterilizzare non basta possedere un’autoclave ed introdurvi gli strumenti contaminati così come sono (imbustati o meno) ma VANNO OBBLIGATORIAMENTE pre-trattati.

Foto 1– le attrezzature vanno lasciate in immersione per un determinato tempo in base alle indicazioni del prodotto che si usa in una soluzione detergente e decontaminante, possibilmente sporicida.

Foto 2/3– gli strumenti vanno risciacquati, lavati ad ultrasuoni con acqua e un altro prodotto decontaminante e sterilizzante, poi perfettamente asciugati (la presenza di gocce d’acqua può veicolare batteri). Questa fase può essere eseguita automaticamente da una macchina quale la Multisteril o manualmente con una lavatrice ad ultrasuoni (in questo caso il rischio di contaminazione per l’operatore è più elevato).

Foto 4– solo ora gli strumenti sono pronti per essere imbustati e sterilizzati con un’autoclave rigorosamente di classe B, l’unica in grado di garantire la distruzione del virus dell’epatite C che è il virus più difficile  da eliminare.

Il confezionamento e la sigillatura degli strumenti  deve avvenire con delle imbustatrici specifiche ed omologate che garantiscano una chiusura efficace e a norma.

Foto 5– a sterilizzazione avvenuta bisogna controllare se il Vapor Line o integratore a barra, imbustato come fosse uno strumento da sterilizzare, abbia virato completamente nella zona verde.

Le targhette che cambiano colore sulle buste non sostituiscono il Vapor Line, indicando esclusivamente che le buste sono passate attraverso il processo di sterilizzazione, ma non la sterilizzazione stessa. Questo Vapor Line  allegato allo scontrino che l’autoclave rilascia, è la prova con valore legale, dell’avvenuta sterilizzazione e può essere richiesta dal cliente allo studio per verificare che tutto sia in regola.

Foto 6– infine è necessario apporre sulle buste la data di sterilizzazione ed il numero di lotto in quanto trascorsi 30 giorni la sterilizzazione è soggetta a scadenza e gli strumenti andranno processati nuovamente.

È diritto del cliente verificare che lo studio di body piercing rispetti il ciclo di sterilizzazione in tutte le sue fasi al fine di evitare i rischi di trasmissione di malattie, ed è dovere dello studio fornire le adeguate spiegazioni a richiesta del cliente.

Dubitate degli studi dove non è presente un’autoclave di classe B e tutti gli altri dispositivi necessari e a norma di legge.

CLICCA PER LEGGERE I RISCHI LEGATI ALL'USO DELLA PISTOLA SPARA ORECCHINI.. Moai Body Piercing - Jonathan 347.0661852 - Salita del Prione 2r - 16123 Genova
CLICCA PER LEGGERE I RISCHI LEGATI ALL'USO DELLA PISTOLA SPARA ORECCHINI.. Moai Body Piercing - Jonathan 347.0661852 - Salita del Prione 2r - 16123 Genova

Moai Body Piercing.LUN-SAB 15.30/19.00 Salita del Prione 2r-Genova  Centro Storico-347.0661852

Moai Body Piercing è il vostro studio professionale di Body Piercing, il primo a Genova. Il laboratorio mette a vostra disposizione esperienza, tecniche di sterilizzazione appropriate, aghi monouso e un vasto assortimento di gioielli in acciaio chirurgico, titanio, niobio, plexiglass bioplast. Tutto, inoltre, avviene nella massima igiene e sicurezza. Non serve la prenotazione (Jonathan 347.0661852).

Scarica il file (Come curare il tuo piercing): After Care (839 download)

Scarica il file (i rischi legati all’utilizzo della pistola spara orecchini): No alla Pistola Spara Orecchini (140 download)

Torna su